Romania tour in Camper

  • Romania tour in Camper

  • Europa

  • Romania

  • € 2,050.00 ad equipaggio 2 persone

  • 19 Giorni

  • 8 equipaggi

  • 03 Lug 2018

  • 21 Lug 2018

Descrizione

Viaggio itinerante in camper adatto a tutti

Itinerario

Programma di viaggio (19 giorni)

Giorno 1 - martedì 03 luglio - Gorizia – Lubiana –  Siofok (lago Balaton) – Km 470

Incontro la sera precedente a Gorizia.

Tappa di trasferimento su tratta autostradale, arrivo previsto nel pomeriggio al campeggio dove potremo rilassarci e fare i bagni nel lago Balaton. Pernottamento in campeggio.

Giorno 2 – mercoledì 04 luglio - Siofok – Timisoara (Romania) – Km 380.

La tappa odierna ci conduce alla cittadina rumena di Timisoara. Visita facoltativa della città in serata. Pernottamento in campeggio.

Giorno  3  – giovedì 05 luglio - Timisoara – Hunedoara  – Alba Iulia Km 260.

Prima tappa Hunedoara dove visitiamo il castello di Corvinilor, il più grande castello in Romania costruito in stile gotico. Ci trasferiamo ad Alba Iulia: uno dei più antichi insediamenti romani, noto in tempi antichi come Apulum , Alba Iulia era il più grande centro economico e militare durante l'occupazione romana. Cittadella vescovile e importante centro politico, militare e culturale, Alba Iulia ha raggiunto il suo picco tra il 1542-1690 come la capitale del principato indipendente della Transilvania e la residenza dei principi. Pernottamento in parcheggio Hotel.

Giorno 4 – venerdì 06 luglio - Alba Iulia - Salina Turda – Sighisohara - Km 200

Al mattino presto partenza per Salina Turda, un vero e proprio museo della storia delle miniere di sale. Già sfruttata in epoca romana, grazie all’ ottimo stato di conservazione delle gallerie e dei macchinari utilizzati per il trasporto del sale, è diventata un'attrazione turistica. Dopo la visita procediamo per Sighisoara,considerata la più romantica città della Romania. Conserva tuttora il suo aspetto medievale, dalla cerchia delle antiche mura alle vie e alle piazze caratteristiche, motivo per cui è riconosciuta dall'Unesco patrimonio dell'Umanità.Fondata dai Sassoni alla fine del XII secolo che le diedero il nome di Castrum Sex. Nel XV secolo diventa una città libera, ricca e splendente grazie alle corporazioni che la governavano. E’ anche la città natia del Principe della Valacchia Vlad Tepes ispiratore dell’ormai celeberrimo romanzo Dracula. Pernottamento in campeggio

Giorno 5 – sabato 07 luglio - Sighisoara - Biertan – Medias   – Sibiu - Cisnadioara Km 130

La Chiesa fortificata a Biertan è arroccata su una collina nel centro del paese. Tre livelli di mura difensive di 35 metri di altezza, collegati da torri e porte, circondano il complesso. Sibiu è una delle città più belle e turistiche della Romania per il suo particolare stile architettonico unico. Fondata nel 1190 dai Sassoni su un antico insediamento romano chiamato “Cibium”, Sibiu ha conosciuto un periodo di grande sviluppo sin dal Medioevo grazie ai commerci tra oriente e occidente. Nel 2007 è stata designata come capitale europea della cultura. In serata raggiungiamo Cisnadioara per il pernottamento in campeggio.

Giorno 6 - domenica 08 luglio - Cisnadioara – Fagaras - Pejmer - Bran – Km 210

Prima tappa del percorsola fortezza di Fagaras: fu costruita nel 1310 sul sito di un precedente complesso di legno del 12 ° secolo ed è considerata una delle maggiori fortificazioni in Transilvania. Circondata da un profondo fossato che, in tempo di guerra o di disordini sociali, poteva facilmente essere riempito con l'acqua da un vicino ruscello. Un ponte sul fossato forniva l'unico punto di accesso. Nel pomeriggio raggiungiamo Prejmer: chiesa fortificata patrimonio UNESCO, costruita in stile gotico nel 1427 per resistere agli attacchi degli Ottomani. Le mura sono alte 14 metri e spesse 5 metri. L’accesso a questa massiccia fortezza si ottiene attraversando un lungo tunnel. Raggiungiamo in serata la cittadina di Bran. Pernottamento in campeggio.

Giorno 7 – lunedì 9 luglio - Bran – Rasnov - Brasov – Bran - km 50.

Rasnov: visita all’imponente cittadella fortificata costruita dai Cavalieri Teutonici attorno al 1215. La cittadella è famosa sia per il fatto che essa venne espugnata una sola volta nella sua storia (attorno al 1600 da Gabriel Báthory sia per la presenza all'interno di essa di un pozzo profondo 143 metri. Al termine della visita raggiungiamo la vicina Brasov, maggior centro della regione storica della Transilvania ed immersa nella natura. Al termine della giornata rientreremo a Bran per la visita al Castello di Bran, conosciuto con il nome di Castello di Dracula, anche se in realtà non ci sono dati che possano collegare il castello Bran al nome del principe Vlad Tepes. E’stato eretto nel 1377 su ordine di Carlo Roberto di Angiò come punto doganale e baluardo per difendere la città di Brasov. La tappa odierna potrebbe subire modifiche sull’ordine delle visite in base agli orari ed alla situazione logistica. Pernottamento in campeggio.

Giorno 8 –martedì 10 luglio - Bran – Sinaia – Bucarest - 180 Km

Sinaia: visita castello di Peles, considerato tra i più belli dell'Europa, il Castello è un capolavoro di architettura eclettica dominato dallo stile neo rinascimentale tedesco. Voluto dal re Carlo I della Romania e dalla sua famiglia, il castello fu eretto tra il 1873 e 1883. Le 160 stanze del castello sono decorate con gusto riflettendo i più raffinati stili dell'epoca. Vetrate con scene di favole tedesche, lampadari in vetro di Murano, intagli in legno pregiato e oro o pareti rivestite in pelle di Cordoba, porcellane di Sèvre e sculture in avorio, vengono a completare il quadro della residenza prediletta della famiglia reale. Nel pomeriggio raggiungiamo Bucarest. Pernottamento in campeggio

Giorno 9 – mercoledì 11 luglio - Bucarest

Visita guidata con bus e guida parlante italiano della capitale denominata “La Parigi dell’Est”. Ammiriamo i suoi larghi viali, i gloriosi edifici “Belle Epoque”. Visita al Palazzo del Parlamento: il secondo edifico più grande del mondo dopo il Pentagono di Washington. Costruito su una collina conosciuta come Collina degli Spiriti, Collina di Urano o Collina dell’Arsenale, che fu in gran parte rasa al suolo per consentire la costruzione del fabbricato. Vi lavorarono circa 700 architetti e più di 20.000 operai organizzati in turni, 24 ore su 24, per cinque anni. L'edificio era in origine conosciuto come Casa della Repubblica (Casa Republicii) e doveva servire da quartier generale per tutte le maggiori istituzioni dello stato. Ci trasferiremo alla parte vecchia della città visitando la “Patriarchia” (centro spirituale della chiesa ortodossa romena) ed ammirando la chiesa Stavropoleos, considerata un capolavoro dell’architettura romena. Pranziamo in un ristorante tipico e nel pomeriggio proseguiamo con la visita al Museo di Storia della Romania. Rientro in campeggio previsto alle ore 17. Pernottamento in campeggio

Giorno 10 – giovedì 12 luglio - Bucarest

Visita con bus e guida parlante italiano. Ci rechiamo al museo nazionale Cotroceni che occupa il sito di un Monastero fatto costruire nel 1679 da %u015Eerban Cantacuzino, un greco fanariota di nobili origini,  incaricato dal sultano di amministrare  il paese  e soprattutto di riscuotere  le tasse. Nel 1893 vi fu costruito un palazzo su progetto dell'architetto francese Paul Gottereau e su commissione del re Carlo I di Romania.   Ceausescu lo adibì a residenza degli ospiti in visita ufficiale.  Otto anni più tardi, la chiesa del XVII secolo fu demolita. Continueremo con la visita al Museo delle Belle Arti. Pranzo libero. Nel pomeriggio tempo a disposizione dei partecipanti. Possibilità di visita facoltativa al museo del villaggio. Alle 17:00 rientro al campeggio.

Giorno 11 – venerdì 13 luglio - Bucarest – Tulcea – Murighiol - Km 330

Raggiungiamo Tulcea, città dove il vecchio Danubio fa l'ultima sosta prima di sfociare nel Mar Nero è assai antica: già insediamento preistorico, fu colonia greca e poi romana. Dominata dai bizantini nei secoli VIII - IX, usata dai genovesi nel periodo compreso tra il X e XIII secolo, entrò a far parte della Valacchia del principe Mircea cel Batran nel 1393. Nel 1416 dopo l'invasione delle truppe ottomane, Tulcea venne annessa insieme a tutta la regione Dobrugia all'Impero Ottomano e prese l'attuale nome. Nel pomeriggio arriviamo a Murighiol. Pernottamento in campeggio.

Giorno 12  – sabato 14 luglio - Murighiol. Delta del Danubio in barca.

Gita in barca nel secondo delta come grandezza dell'Europa, habitat naturale per più di 1200 specie di piante, con la più ricca fauna ornitologica (più di 300 specie tra cui tante specie di pellicani) e ittica del Vecchio Continente, il Delta del Danubio è la più grande riserva della biosfera dell'Europa, con una superficie di 2.681 kmq. Pernottamento in campeggio

Giorno 13 – domenica 15 luglio - Murighiol - Tulcea – Galati - Dragomirna - trasferimento - Km 460

Giornata di trasferimento, di buon mattino partiamo per Galati dove imbarchiamo i nostri veicoli sul traghetto che ci consente di attraversare il Danubio. In serata arrivo a Dragomirna. Pernottamento in parcheggio attrezzato piccola struttura turistica.

Giorno 14 –lunedì 16 luglio - Dragomirna – Putna - Sucevita – Moldovita - Voronet – Km 180

Dragomirna: È il Monastero medievale più alto della Bucovina e fra i più conosciuti dell'architettura ortodossa per le sue proporzioni uniche e gli intricati dettagli. La storia del monastero ebbe inizio nel 1602, quando venne costruita la piccola chiesa del cimitero e dedicata ai santi Enoch, Eliaa e Giovanni il teologo. Nel 1609 la chiesa più grande venne dedicata allo Spirito Santo. Monastero patrimonio UNESCO Putna: Il più antico Monastero di Bucovina è uno dei più importanti complessi monastici ortodossi della Romania. Venne fatto edificare da %u015Etefan cel Mare tra il 1466 ed il 1469 per celebrare la sua vittoria sugli Ottomani a Kilia (oggi una città dell'Ucraina) nel 1465.Completato in soli tre anni, il Monastero dovette però attendere un altro anno prima di venire consacrato, in quanto il Principe era impegnato in altri scontri contro gli Ottomani. Secondo alcune cronache il sito del Monastero era in precedenza occupato da una fortezza ed il Principe, per dotarlo di una rendita, acquistò il villaggio di Vicovu de Sus per fargliene dono.

Sucevita: il Monastero di Sucevita è la più "giovane" delle Chiese dipinte della parte nord della Romania. Il complesso è stato costruito nel 1585 L'architettura della chiesa fonde elementi bizantini e gotici ma resta sostanzialmente in linea con le altre chiese dipinte della Moldavia settentrionale. Le mura della Chiesa, sia all'esterno che all'interno, sono coperte di affreschi raffiguranti episodi del Vecchio e del Nuovo Testamento, realizzati nel 1601. La corte interna del complesso disegna un quadrato di circa 100 metri di lato, circondato da mura alte 6 metri e spesse 3 metri. Altre strutture difensive sono le quattro torri angolari. Sucevi%u0163a fu una residenza principesca, oltre che un complesso monastico fortificato dedito alla produzione di manoscritti e libri stampati.

Moldovita: costruito per volere del principe Petru Rares nel 1532 e dipinto 5 anni dopo, il Monastero è decorato con stupendi affreschi ispirati ad una poesia dedicata alla Vergine Maria e al suo intervento a protezione della città di Costantinopoli durante l’attacco persiano del 626 a. C.. Nel 1500 la minaccia ottomana era forte in Moldavia e in questo modo si voleva invocare lo stesso intervento divino.

Voronet: eretta nel 1488 dal Principe Stefano il Grande (Stefan cel Mare), la chiesa è dedicata a San Giorgio; gli affreschi esterni come anche il porticato chiuso risalgono al 1547; il tema principale degli affreschi dipinti su uno sfondo azzurro è il Giudizio Universale; grazie ai suoi affreschi, la Chiesa del Monastero viene chiamata "la Cappella Sistina dell'Oriente" viene paragonata a monumenti celebri come la Cappella Sistina oppure la Cappella degli Scrovegni di Padova. L'enigma dell'azzurro di Voronet è tuttora di difficile soluzione dal momento che, chimicamente, non è stato ancora riprodotto. Lo splendido azzurro di Voronet" è considerato dagli specialisti come unico al mondo e altrettanto famoso come il rosso di Rubens o il verde Veronese. Pernottamento in parcheggio libero nei pressi del Monastero.

Giorno 15 - martedì 17 luglio - Voronet – Bistrita - Barsana - Sighetu Marmatiei – Km 290

Barsana, famosa per la chiesa storica della “Presentazione della Vergine al Tempio”, decorata con affreschi barocchi è una delle otto Chiese in legno della regione di Maramures e patrimonio dell’UNESCO.Sighetu Marmatiei, situata tra splendide colline e terreni agricoli vicino al fiume Tisa, è una delle principali città della regione del Maramures. Pernottamento in campeggio.

Giorno 16 - mercoledì 18 luglio - Sighetu Marmatiei  – Sapanta – Satu Mare – Carei - Km 140

In mattinata possibilità di visitare il museo/memoriale delle vittime e della resistenza. Inserito in una vecchia prigione politica il museo rievoca la repressione comunista nel Paese (visita facoltativa). Partenza per Sapanta, situata a pochi chilometri dalla città di Sighetu Marmatiei, al confine con l'Ucraina. A Sapanta, il turista riceve una delle più belle lezioni di vita, ereditata dagli abitanti dai loro avi che consideravano la morte come un inizio non una fine. Il cimitero di Sapanza, conosciuto come il "Cimitero allegro" ne è la testimonianza. Riprendiamo il cammino per raggiungere la città di Setu Mare e Successivamente Carei dove sosteremo per la notte. Pernottamento in campeggio.

Giorno 17 – giovedì 19 luglio - Carei - Budapest– Km 310.

Tappa di trasferimento per Budapest, dopo la cittadina ungherese di Debrecen ci immetteremo in autostrada che ci consentirà di raggiungere velocemente la capitale ungherese. Arrivo previsto a metà pomeriggio e possibilità di prima visita facoltativa della città. Pernottamento in campeggio

Giorno 18 – venerdì 20 luglio - Budapest

Giornata dedicata alla visita della città con bus e guida. La collina di San Gerardo, il complesso delle Terme, Il castello di Vajdahunyad, la piazza degli Eroi, la cattedrale ed il vecchio mercato. Pausa di mezzogiorno libera per pranzo veloce. Nel pomeriggio visita al Palazzo del Parlamento, il Ponte delle Catene e salita alla vecchia Buda per visitare la Chiesa di Mattia con il Bastione dei Pescatori. Rientro in campeggio per le ore 17. Pernottamento in campeggio. Pernottamento in campeggio

Giorno 19 – sabato 21 luglio - Budapest – Gorizia – Km 570

Tappa di trasferimento per l’Italia. Arrivo a Gorizia e fine dei servizi. Rientro libero.

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

1 ADULTO CAMPER = 1.740 EURO

2 ADULTI CAMPER =   € 2.050 EURO

PERSONA AGGIUNTA >14 ANNI = 450 EURO

PERSONA AGGIUNTA

Bambini fino a 2 anni non compiuti gratis

LA QUOTA COMPRENDE

Tutti i campeggi dell’itinerario

Ingresso ai monumenti e musei come da programma.

Bus 2 giorni a Bucarest, 1 giorno a Budapest 

Gita in barca sul delta del Danubio

Guida parlante italiano 1 giorno e ½ a Bucarest 

Guida parlante italiano 1 giorno a Budapest

Pranzo in locale tipico a Bucarest

Capogruppo italiano con mezzo proprio.

Assicurazione sanitaria rimpatrio e infortuni.       

Gadget 

LA QUOTA NON COMPRENDE

Carburante per veicoli

Pedaggi autostradali

Taxi e trasporti collettivi oltre a quelli inseriti nel programma

I pasti consumati in ristoranti

Le escursioni e le visite facoltative.

Permessi per macchine fotografiche e videocamere.

Mance

Tutto ciò che non è specificato nella voce “La quota comprende "

Compila il modulo sottostante e i nostri operatori ti risponderanno il prima possibile!


    Di seguito, troverai il modulo per l'iscrizione al viaggio. Da compilare ed inviare tramite email.
  • Modulo per l'iscrizione

  • Troverai anche (in formato pdf) il programma del viaggio: Romania tour in Camper.
  • Programma del Viaggio